parallax background

Transdisciplinarità

 

Centro Transdisciplinare Speira aderisce al Manifesto della transdisciplinarità di B. Nicolescu, firmato anche da Lima de Freitas ed Edgar Morin, dedicato citando le sue parole “agli uomini e alle donne che credono ancora al di là di ogni dogma e di ogni ideologia, a un progetto di avvenire”. La formazione che proponiamo si basa sul pensiero sistemico- complesso e sulla soggettività umana come base della conoscenza. La conoscenza è inscindibile dall’esperienza e nel centro cerchiamo di attuare le quattro frecce della conoscenza così come troverete esposte.

Oggi la conoscenza che ha visto il suo sviluppo più alto è una conoscenza disciplinare che porta a un linguaggio specifico e a organizzazioni chiuse in sé e non premette una vera comprensione della complessità del fenomeno umano e della vita.

Una prima risposta alla necessità posta dalla complessità è stato l’approccio multidisciplinare che concerne lo studio di un oggetto di una singola disciplina all’interno di più discipline diverse allo stesso tempo. Per es. posso studiare un quadro di Giotto da un punto di vista chimico, fisico, storico, letterario, antropologico, psicologico, etc… l’oggetto risulta così arricchito dagli incontri di più discipline, ma questo arricchimento rimane a servizio esclusivo della disciplina.

C’è poi un approccio interdisciplinare che risponde a un’esigenza differente della conoscenza, ossia il trasferimento di metodi da una disciplina a un’altra. Anche l’interdisciplinarità supera i confini della disciplinarità ma la sua finalità resta nell’ambito della singola ricerca disciplinare.

La transdisciplinarità attiene invece a ciò che è insieme dentro le singole discipline, attraverso le differenti discipline e al di là di tutte le discipline. La sua finalità è la comprensione del mondo presente, di cui uno degli imperativi è l’unità della conoscenza.

Disciplinarità, multidisciplinarità, interdisciplinarità e transdisciplinarità sono le 4 frecce di un solo arco della conoscenza volto a comprendere il senso della vita e del mondo.

La transdicsiplinarità ha come presupposto l’esistenza di più livelli di percezione della realtà, la legge del terzo incluso e la complessità.

I tre tratti fondamentali della transdisciplinarità sono: rigore, apertura, tolleranza. Il rigore risiede nell’inscindibilità tra un corpus di un pensiero e l’esperienza vissuta e nel tradurre in parola e azione la simultaneità di questi due aspetti. La qualità della presenza permette la relazione autentica con l’altro nel rispetto di ciò che l’altro ha più profondamente in sé. Se trovo il posto in me stesso, nel momento in cui mi rivolgo all’altro, l’altro potrà trovare il posto in se stesso e sarà possibile una comunicazione. L’apertura comporta l’accettazione dell’ignoto, dell’inatteso e dell’imprevedibile. La tolleranza viene dalla constatazione che esistono idee e verità contrarie e apre alla ricerca di ciò che attraversa le discipline e le professionalità.

Guarda la nostra pagina Formazione e per informazioni centrospeira@gmail.com